Biografia

DSC_6420

Lorenza Farina

 E’ nata a Vicenza dove ha lavorato come bibliotecaria. Vive a Sandrigo, in provincia di Vicenza.

Le piace scrivere per bambini e per ragazzi con una predilezione per le storie ambientate nel verde, perché i prati, il giardino, la siepe sono come libri da sfogliare” e da “leggere“ con rispetto e amore.

Dice che vorrebbe avere più tempo da dedicare a questa sua passione ma, in realtà, il richiamo delle storie e dei libri è così irresistibile che il tempo lo trova sempre. Quando inventa una fiaba è come se tornasse bambina perché, in fondo, tutte le storie che si raccontano vengono pescate dentro quell’unico pozzo profondo che è l’infanzia.

Ha pubblicato una ventina di libri tra romanzi, racconti, fiabe e filastrocche. Ha scritto storie divertenti come Il mal di pancia della luna (Panini ragazzi, 2005) o I sogni di Agata (La Margherita edizioni, 2011), storie ricche di emozioni come Viola non è rossa (Kite edizioni, 2008, ristampa 2013) e Il guerriero di legno, (Lineadaria editore, 2014), ma anche storie che fanno riflettere, come i racconti sulla Shoah, La bambina del treno (Paoline, 2010), Il volo di Sara (Fatatrac, 2011), La casa che guarda il cielo. Storia di Anna Frank, (Edizioni Raffaello, 2014).

Predilige le storie brevi che si adattano ad un libro illustrato, perché nella sua testa la trama e i personaggi nascono già a colori. Scrivere un racconto breve è come cogliere l’attimo, è come assistere a una luminosa “epifania”.

Con i suoi libri ha collezionato numerosi riconoscimenti, tra i quali la segnalazione al Premio “H.C.Andersen – Baia delle Favole”-Sestri Levante 1998 per la fiaba inedita Il treno delle parole. Ma il premio più grande è quello di svegliarsi la mattina con una nuova storia da raccontare. Allora si siede in cucina di fronte alla finestra che dà sul prato e inizia a “volare” con la fantasia in un mondo immaginario dove alla fine si perde.

.

in copertina: illustrazione di Sonia Maria Luce Possentini all’interno di “I sogni di Agata”.